Il comune

organi di governo

uffici

ALBO

Amministrazione Trasparente

Elezioni2016

Servizi on Line

AUTOCERTIFICAZIONI

CAMBIO DI RESIDENZA

cALCOLO iMU

Vegetazione

Col passare del tempo la foresta sempreverde di leccio è quasi del tutto scomparsa e sostituita da altre tipologie di piante come: il corbezzolo, il mirto, all'erica.
E' ancora diffusa la quercia, il ciliegio, il prugnolo, il fico, l'alloro, il biancospino, l'edera, l'olivo ecc...

Ulivo: albero sempreverde con foglie lanceolate e coriacee, inserite sul ramo in opposto e di color argento nella pagina inferiore.
I fiori bianchi sono riuniti in infiorescenza a grappolo.

Pino d'aleppo: ha una caratteristica corteccia grigiastra e tronco contorto.
E'tra gli alberi più resistenti ai terreni poveri e ai climi caldi.

Fico: per la maggioranza quello DOP (il bianco del Cilento)

Castagno: è a chioma larga e può raggiungere altezze molto rilevanti. Ha tronco massiccio, foglie verdi, fiori gialli che poi si trasformano in riccio.
E' diffuso nelle zone alto collinari, sopravvive ad un clima temperato, non sopporta la siccità.

Quercia: ha tronco tozzo e chioma molto larga. Le foglie sono di colore verde scuro sopra e chiare nella pagina inferiore, ovali.
Il frutto (le ghiande) appuntito, di color nocciola, protetto fino a metà da una capsula a scaglie è ancora oggi ottimo alimento per i maiali.

Frassino: ha tronco eretto e rami robusti, le foglie sono verde scuro nella parte superiore e più opache sotto, le radici sono molto robuste.

Alloro: ha tronco glabro e corteccia liscia e nera, le foglie sono di colore verde intenso sopra, mentre sotto il verde è più tenue.
I fiori sono giallastri. La pianta infiorisce in primavera e la sua altezza è molto consistente.
Le foglie vengono usate per "mbaccare" i fichi secchi.

Lentisco: arbusto sempreverde con molti rami e foglioline piccole. Ha frutti aromatici, prima rossi poi tendenti al nero.

Corbezzolo: può raggiungere anche i 6-10 metri, ha tronco irregolare e corteccia scura, foglie verdi e lunghe. 
Ha frutti o bacche dalla superficie granulosa che raggiungono anche i due centimetri di grandezza.

Mirto: arbusto sempreverde, ramificato può raggiungere anche i 5 m., ha foglie piccole e lanceolate, i fiori sono bianchi e fioriti tra maggio e luglio, i frutti sono bacche mature in autunno.

Edera: liana con tronco solido che si arrampica su muri e alberi perché dotato di radici avventizie. Ha foglie verde scuro e triangolari e fiori gialli e verdi.

Biancospino: Arbusto di media grandezza con foglie caduche, ha rami rossicci o più scuri con l'invecchiamento della pianta. 
I frutti, ovoidali e farinosi, maturano in autunno.

Borragine: pianta annuale con stelo peloso, le foglie sono ovali e i fiori blu a forma di stella. Non supera i 50 cm di altezza.

Prugnolo: arbusto spinoso ha fiori bianchi disposti a cespuglio. I frutti sono drupe verdi che maturano in autunno diventando di colore viola. Pruno selvatico.

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.161 secondi
Powered by Asmenet